“Nessuno può servire due padroni: o odierà l'uno e amerà l'altro

o preferirà l'uno e dispezzerà l'altro” (Mt 6,25)

2 Marzo 2014

Ottava domenica del tempo ordinario - Anno A

 

VIII domenica - anno A

Ad un certo punto della vita arriva sempre il momento di scegliere: o di qua o di là! Nel vangelo odierno “amare e odiare” non descrivono stati d’animo, emozioni o sensazioni, ma decisioni in una direzione o nell’altra: non si puo’ scegliere allo stesso tempo qualcosa e il suo contrario. E non scegliere è già una scelta: stare fermi; non far nulla; aspettare gli eventi...

Scegliere vuol dire "questo" e non "quello". Scegliere vuol dire dirigere le nostre risorse, il nostro amore, il nostro potenziale in una direzione, su di una via, perché tutto non è possibile.

Scegliere vuol dire plasmare la nostra vita. Sono le nostre scelte che danno forma alla nostra vita. La nostra vita è nient'altro che il frutto delle nostre scelte, delle nostre non scelte o delle scelte di paura (che sono comunque delle scelte). Per questo ognuno avrà ciò che lui vorrà (Sir 15,15-20): la nostra vita è perfettamente ciò che abbiamo scelto.

Fare una scelta vuol dire anche scegliere a che livello si vuol vivere. Mammona (i beni della terra) e Dio non sono il bene e il male; corrispondono a livelli diversi di vivere.

Qualche versetto prima, infatti, Gesù ha detto: "Non accumulatevi tesori sulla terra dove tignola e ruggine consumano e dove i ladri scassinano; accumulatevi invece tesori nel cielo dove né tignola né ruggine consumano, e dove ladri non scassinano e non rubano" (6,19-21).

I tesori della terra (Mammona) sono precari, cibo per il corpo: non sono cattivi, ma danno quel che possono dare. I tesori del cielo (Dio) sono definitivi, cibo per lo spirito: riempiono davvero e fanno sentire vivi, vitali e felici. Tocca a te scegliere a che livello vuoi vivere (Dio o Mammona) e non lamentarti poi, perché hai scelto tu!

Padre Lorenzo c.s.

N.B. Per gli avvisi parrocchiali vai a --> 

N.B. Per le informazioni sulla comunità italiana di Saint Germain en Laye vai a -->

       Si ricorda che è possibile celebrare sante messe in suffragio dei vostri defunti.
       Rivolgersi a: segreteria della missione