"Non ti arrendere dinanzi alle difficoltà,

ma fa tutto quello che puoi per superarle"

20 Ottobre 2013

XXIX Domenica - Anno C

 

Il vangelo di Luca (18,1-8) ci parla di una donna, vedova, che lotta con tutte le sue forze per avere giustizia e di un giodice, ingiusto, che non deve render conto a nessuno del suo operato.

XXIX domenica C

E' una situazione apparentemente impossibile: il giudice è uno che cura solo i suoi interessi e la donna non ha soldi per "pagarlo" in modo da ottenere giustizia. Non si può far altro che accettare il fallimento e arrendersi.

In realtà, la maggior parte delle persone dinanzi alle situazioni difficili dice: "impossibile da superare". Di fatto, non tutto nella vita si può superare, ma tutto si può affrontare.

Il vangelo invece dice: "provaci; non guardare alle difficoltà; fidati de te, delle tue forze e del fatto che Io sono con te; non so se ce la farai ma lotta con tutto te stesso, come quella donna".

La situazione della vedova sembra già persa in partenza. Eppure lei ha una cosa che fa la differenza: la fede. Questa donna, non sa come, ma ha la fiducia che qualcosa possa cambiare e agisce in conseguenza.

Se non credi che qualcosa possa cambiare (fede, fiducia) non cambierà. Ma se credi che qualcosa cambierà, se ne sei sicuro e ti dai da fare per questo, stanne certo che accadrà.

Padre Lorenzo c.s.

N.B. Per gli avvisi parrocchiali vai a --> 

N.B. Per le informazioni sulla comunità italiana di Saint Germain en Laye vai a -->

       Si ricorda che è possibile celebrare sante messe in suffragio dei vostri defunti.
       Rivolgersi a: segreteria della missione